TEAM2019-04-01T10:39:17+02:00

2019

La professionalità mostrata dal Ceccato Motors Racing Team e dai suoi uomini nel loro primo anno di attività, e i risultati ottenuti sui campi di gara, ha convinto la BMW ad affidare all’organizzazione padovana un programma sportivo certamente prestigioso: schierare i giovani piloti del BMW Motorsport Junior Program nel Campionato Italiano Gran Turismo.

2018

Nasce il Ceccato Motors Racing Team

Nasce il Ceccato Motors Racing Team

Su iniziativa di Gianfranco Ceccato, imprenditore titolare delle concessionarie Ceccato Motors Group ed ex pilota di rally, nasce il Ceccato Motors Racing Team

Su iniziativa di Gianfranco Ceccato, imprenditore titolare delle concessionarie Ceccato Motors Group ed ex pilota di rally, nasce il Ceccato Motors Racing Team. L’obiettivo è schierare nel Campionato Italiano Gran Turismo una BMW M6 GT3 allestita dal reparto corse BMW Motorsport di Monaco di Baviera.

Per farlo, Gianfranco Ceccato coinvolge nell’organizzazione della squadra due personaggi esperti di competizioni automobilistiche di alto livello: Luigi Slongo, che negli anni Ottanta era stato l’anima della celebre scuderia padovana 4 Rombi sia nei rallyes sia in circuito, e Roberto Ravaglia, ex pilota ufficiale BMW nel cui palmarès figurano un titolo di campionato del mondo Turismo, due europei, tre italiani, e il campionato tedesco DTM, tutti conquistati con la Casa bavarese.

Luigi Slongo coprirà il ruolo del Team Principal mentre Roberto Ravaglia quella del Team Manager.

Il primo podio

Il primo podio

Nella prima sfida della stagione, sul circuito di Monza, il team ottiene un significativo terzo posto malgrado il poco tempo avuto a disposizione per mettere a punto la vettura

Sotto la denominazione di BMW Team Italia, la squadra si presenta al via del Campionato Italiano Gran Turismo affidando una BMW M6 della classe GT3 al pilota romano Stefano Comandini.

Nella prima sfida della stagione, sul circuito di Monza, il team ottiene un significativo terzo posto malgrado il poco tempo avuto a disposizione per mettere a punto la vettura. A causa di un incidente, che danneggia la BMW M6 GT3, il BMW Team Italia è costretto a saltare la trasferta all’autodromo francese Paul Ricard. Ma al rientro in campionato, sulla pista di Misano Adriatico, Comandini , in coppia con Bruno Spengler ,mette a segno un altro terzo posto.

Da lì in avanti per il BMW Team Italia sarà un sequenza di prestazioni di assoluto valore.

La prima vittoria

La prima vittoria

Al Mugello Krohn e Comandini vincono la gara con una superiorità schiacciante e ottengono anche il giro più veloce

Nella sfida sul circuito del Mugello, il BMW Team Italia è protaginista di un fine settimana perfetto. A Comandini viene affiancato il giovane e finlandese Jesse Krohn, pilota ufficiale di BMW Motorsport che subito ottiene la pole position. Krohn e Comandini vincono la gara con una superiorità schiacciante e ottengono anche il giro più veloce.

Un’altra ottima prestazione arriva di nuovo a Monza dove l’equipaggio del BMW Team Italia formato da Comandini e dall’olandese Max Koebolt sale sul terzo gradino del podio.

La prima stagione della squadra si chiude al Mugello con un risultato eccellente: la BMW M6 GT3 di Comandini e Koebolt sfiora il successo finendo seconda.